Autista bus aggredito a Bari: Cgil, mappare linee a rischio

[epvc_views]

 “Chiediamo una mappatura delle linee a rischio con presidi di sicurezza a supporto dei lavoratori”. Lo dichiara in una nota il segretario regionale Filt Cgil Puglia e A.M. di Bari, Gennaro Fiorentino, esprimendo “solidarietà al lavoratore vittima dell’ennesimo atto di violenza ingiustificato”, l’autista di un bus Amtab di Bari aggredito con calci e pugni mentre era in servizio nel quartiere San Paolo, da un passeggero che pretendeva che accelerasse. “Tra il personale di movimento, autisti e verificatori titoli di viaggio, e il personale della sosta a pagamento – dice Fiorentino – , sono quasi 500 i dipendenti che ogni giorno rischiano di affrontare situazioni pericolose per la propria incolumità.

Non è più tollerabile che accadano queste brutali aggressioni a donne e uomini che stanno solo svolgendo il proprio lavoro”. “Per l’ennesima volta – aggiunge – chiediamo a gran voce che siano presi provvedimenti seri per garantire la sicurezza dei lavoratori” con “una mappatura delle linee a rischio garantendo presidi di polizia o guardie giurate a supporto dei lavoratori” e “di mettere in campo tutte le azioni possibili volte ad adottare adeguati provvedimenti per arginare il problema delle aggressioni”.

Promo