I medici di famiglia: «Troppo poche le dosi consegnate in Puglia, potremmo tirarci fuori dalla campagna vaccinale»

137 Visite

Sono ancora troppo poche le dosi destinate dalle Asl ai medici di famiglia, per questo motivo sarà “impossibile vaccinare entro il 15 maggio i soggetti fragili, vulnerabili e disabili pugliesi”.

Lo sostiene il segretario regionale del Sindacato di medici italiani (Smi), Francesco Pazienza, dopo la riunione del Comitato Permanente Regionale della Medicina Generale. “Ci è stato comunicato -spiega Pazienza- che ci sono circa 15 dosi settimanali per ogni medico di famiglia. In ragione di ciò, risulta impossibile vaccinare entro il 15 maggio i vulnerabili, fragili e tutte le categorie a noi affidate. Per questo, ho annunciato che SMI sta valutando la possibilità di tirarsi fuori dalla campagna vaccinale. Non possiamo fare da capro espiatorio e litigare con i pazienti per inefficienza altrui”.

Promo