Turismo, Ventola (FdI): Gravi inadempienze Regione, ora fatti e non polemiche

123 Visite

“La Regione Puglia si riempie la bocca sulla ripresa, soprattutto nel turistico, ma poi di fatto non si coordina, né incontra con gli operatori che si occupano quotidianamente di ‘aprire e chiudere’ tutto ciò che consideriamo Turismo. Come Fratelli d’Italia avremmo potuto cavalcare le giuste e sacrosante osservazioni di Chiarelli (Confcommercio) e Caizzi (Federalberghi) sull’assenza di interlocuzione con gli assessori alla Salute e al Turismo-Cultura, Lopalco e Bray, che dichiarano di lavorare, ma a questo punto in solitudine imponendo poi dall’alto protocolli per le riaperture non concordati.

Puntare il dito contro l’inerzia e l’incapacità di chi dovrebbe gestire e organizzare il tutto oggi in Commissione sarebbe stato facilissimo, per altro l’assenza del ‘mediatico’ Lopalco offriva la sponda a mille e infruttuose polemiche.
“In modo responsabile abbiamo invece proposto ai tre presidenti delle Commissioni interessate (Sanità, Turismo-Cultura e Sviluppo Ecomomico) di invitare subito sia Lopalco sia Bray a un confronto proficuo con gli operatori del settore attraverso tavoli tematici che facciano chiarezza sulle linee guida operative a 360 gradi. Il fatto che si navighi a vista il 6 maggio è gravissimo! Tenuto conto che fra poco più di una settimana si riapriranno i lidi e con questi si darà l’avvio alla nuova stagione turistica 2021″.

Lo dichiara in una nota il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Francesco Ventola.

Promo