Coldiretti: In arrivo in Puglia 320 braccianti agricoli stranieri

167 Visite

Alla Puglia sono stati assegnati altri 320 lavoratori extracomunitari (quota residua del 2020) in attesa che sia pronto il decreto Flussi 2021 che dovrebbe prevedere altri 5mila lavoratori extracomunitari. A renderlo noto e’ Coldiretti Puglia che attraverso il suo presidente, Savino Muraglia considera la misura “un segnale di attenzione, dopo la proroga al 31 luglio 2021 dei permessi di soggiorno”.

L’associazione spiega che a causa dell’emergenza sanitaria le imprese agricole hanno incontrato una “serie di difficoltà nel reperimento di manodopera sia per la lentezza delle procedure di regolarizzazione e di rilascio dei nullaosta stagionali sia per la mancata pubblicazione del Dpcm flussi 2021”. “Il pericolo è la perdita delle produzioni in un momento in cui èimportante assicurare l’approvvigionamento alimentare degli italiani e gli scambi commerciali”, evidenzia Muraglia sottolineando che “si registra un crescente interesse degli italiani per il lavoro nelle campagne anche per la situazione di difficoltà in cui si trovano altri settori economici”.

Da qui deriva l’importanza di “un piano per la formazione professionale, misure per la semplificazione e il contenimento del costo del lavoro con una radicale semplificazione del voucher agricolo che possa ridurre la burocrazia e consentire anche a percettori di ammortizzatori sociali, studenti e pensionati italiani lo svolgimento dei lavori nelle campagne in un momento in cui tanti lavoratori sono in cassa integrazione e le fasce più deboli della popolazione sono in difficoltà”.

Promo