Mafia: Luzi, in Puglia equilibri precari clan e cicliche guerre

142 Visite

La criminalità organizzata pugliese “resta caratterizzata da una moltitudine di sodalizi criminali con assetti organizzativi mutevoli, connotati da forti ambizioni, che determinano una perenne precarietà di equilibri e cicliche esplosioni di guerre”. Lo ha detto il comandante generale dell’Arma dei carabinieri, Teo Luzi, in audizione davanti alla commissione Antimafia.

Le aree di maggiore fermento interessano le provincie di Bari e di Foggia, dove – ha ricordato il gen. Luzi -, proprio al fine di assicurare un capillare controllo dell’impervio territorio garganico, dal 5 settembre 2018 è stato istituito lo Squadrone eliportato “Cacciatori di Puglia” che in due anni e mezzo di attività ha arrestato 429 persone, tra cui 4 latitanti, sequestrando quasi 250 chili di sostanze stupefacenti e sottraendo ai clan 268 armi.

Promo