Covid: in Puglia record guariti, ricoveri giù

195

Quasi duemila guariti nelle ultime 24 ore e ricoveri Covid negli ospedali a quota mille, dimezzati in meno di un mese. La Puglia si avvicina all’obiettivo di abbandonare anche la zona gialla dopo tre mesi di chiusure forzate e limitazioni.

La curva dei contagi è in netta discesa, come conferma anche il report settimanale della fondazione Gimbe che, nella settimana dal 12 al 18 maggio, ha rilevato il calo del 40% di nuovi positivi. Anche i “casi attualmente positivi per 100mila abitanti” sono passati da 1.080 a 931.

Sotto la soglia di saturazione i posti letto in area medica (27%) e terapia intensiva (21%) occupati da pazienti positivi al Coronavirus. Ieri, secondo i dati forniti dal bollettino regionali, su 8.679 test sono stati rilevati 386 casi positivi (4,4%): 81 in provincia di Bari, 43 in provincia di Brindisi, 61 nella provincia Bat, 85 in provincia di Foggia, 84 in provincia di Lecce, 31 in provincia di Taranto, 1 caso di provincia di residenza non nota. Sono stati registrati 30 decessi: 9 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 5 in provincia Bat, 1 in provincia di Foggia, 9 in provincia di Lecce, 5 in provincia di Taranto. In tutto hanno perso la vita 6.342 persone. Sono 207.173 i pazienti guariti mentre ieri erano 205.261 (+1.912); i casi attualmente positivi sono 34.205 (-1.556); i pazienti ricoverati sono 1.027 (-91).

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia dall’inizio dell’emergenza è di 247.720. Già entro domani mattina la Puglia dovrebbe raggiungere anche il traguardo delle due milioni di dosi anti Covid somministrate, alle 17 di oggi sono 1.974.993 su 2.142.405 ricevute. Nella fascia di età 60-69 anni è stata raggiunta una copertura del 70%, mentre tra 70 e 79 anni la quota di popolazione vaccinata con una dose è pari all’86,79%. Sul fronte delle consegne dei vaccini, da domani e sino al 15 giugno la Puglia dovrebbe essere destinataria di circa 900mila dosi: è quanto emerge dal Piano consegne trasmesso ieri dalla Protezione civile regionale alle Asl. I rifornimenti più consistenti saranno garantiti da Pfizer che il 26 maggio dovrebbe distribuire circa 138mila dosi, il 2 giugno 218mila, il 9 giugno 226mila. Entro domani, invece, sono attese 14mila dosi J&J e 48mila Moderna.

Promo