Corruzione: Lega Puglia, collaborazione per ricostruire verità

183 Visite

“Oggi è una triste giornata per la città di Foggia. L’indagine che ha coinvolto il sindaco Landella e alcuni consiglieri comunali di maggioranza deve far riflettere le forze politiche e sociali, imponendo a tutti grande senso di responsabilità e soprattutto, come ha chiesto il procuratore, la collaborazione più diffusa alla ricostruzione della verità. La Lega si è già espressa con forza nelle scorse settimane, chiedendo al sindaco e ai consiglieri le dimissioni, perché era impossibile e non più sostenibile proseguire l’attività amministrativa in questa situazione”. Così il commissario pugliese della Lega Roberto Marti e il segretario provinciale Daniele Cusmai dopo l’arresto del sindaco di Foggia Franco Landella e de consiglieri comunali Antonio Capotosto e Dario Iacovangelo.

“La Lega confida nel lavoro della magistratura e nel più rapido corso delle indagini e sarà al fianco di tutte le istituzioni preposte per garantire e tutelare la legalità, ma deve essere sempre saldo il principio garantista che tutti sono innocenti fino alla conclusione del giudizio – si sottolinea -. Il nostro lavoro per Foggia proseguirà con maggiore forza tra la gente, nelle strade e nelle piazze per costruire una città migliore e offrire ai cittadini una nuova squadra preparata e vincente”.

Promo