Puglia. Al via “Innovation Camp” della Regione per settore culturale e creativo

181 Visite

Sarà l’innovazione nel settore culturale e creativo dell’area Mediterranea, uno di quelli maggiormente colpiti dalla pandemia da Covid-19 il tema al centro del confronto – via Zoom – in calendario il 27 maggio per la Community Social&Creative del programma Interreg Med, di cui la Regione Puglia è capofila. L’evento, dedicato a Open Innovation for Society, è il primo di tre appuntamenti virtuali che affronteranno altrettanti temi specifici: a quello del 27 maggio seguiranno confonti su ‘Industrial transformation’ (a dicembre 2021) e su ‘Sviluppo Sostenibile’ (marzo 2022).

D’altronde la Regione Puglia da anni ha scelto di fare della Ricerca e dell’Innovazione (R&I) il vero motore del proprio sviluppo economico e sociale e oggi è considerata tra le regioni-campione dell’area Mediterranea per aver attuato modelli di sviluppo regionale attraverso un uso intelligente e sostenibile delle nuove tecnologie. Risultati raggiunti anche grazie alla scelta di destinare una parte consistente dei fondi strutturali UE allo sviluppo d’innovazione. Social&Creative, nel quadro del programma Interreg MED, è un progetto di cooperazione territoriale transnazionale lanciato nel 2016 e rifinanziato nel 2019 dalla Commissione Ue.

Oggi al secondo triennio di attività, Social&Creative – che arriverà a conclusione nel 2022 – promuove la condivisione di best practices, di soluzioni e di metodologie sviluppate nell’ambito degli 11 progetti modulari che la compongono e che esplorano le mille sfumature della creatività e dell’innovazione sociale. ”L’Open Innovation è un tema di grande attualità, che ha trovato terreno fertile in moltissimi settori della nostra economia, ma che non è ancora ampiamente diffuso. Con questa prima edizione di ‘Innovation Camp’ – sottolinea Crescenzo Antonio Marino, dirigente della Sezione Ricerca, innovazione e capacità istituzionale della Regione Puglia – vogliamo dimostrare che la contaminazione, la cooperazione, la fertilizzazione incrociata tra ambiti completamente diversi sono una preziosa risorsa per lo sviluppo dell’economia di un Paese. L’obiettivo di queste iniziative è riuscire ad attivare un circuito virtuoso di contaminazione che permetterà di replicare e attuare le esperienze condotte dalle imprese culturali e creative in altri territori e, perché no, in altri settori economici”.

”Il nostro auspicio – ha concluso – è che quest’evento possa essere per i partecipanti un’importante occasione per conoscere soluzioni innovative e ampliare la propria rete di contatti con professionisti che stanno affrontando sfide simili, scambiare esperienze ed esplorare opportunità per future partnership”.

Promo