“A Lecce ambulanze senza infermieri”, la denuncia della Fp Cgil

“A Lecce le ambulanze sono senza infermieri e i medici del 118 in convenzione sono pronti a dimettersi in massa. Il personale è allo stremo, sovraccarico di lavoro e col burnout in agguato. Ed a patire questa condizione, insieme a lavoratrici e lavoratori, sono i pazienti”.

È quanto denuncia la Funzione Pubblica Cgil Lecce ha scritto alla direzione generale della Asl sollevando il problema e chiedendo un incontro urgente. “Per la Fp il rischio di errore, di infortunio sul lavoro e di burnout diviene ancora più alto di fronte a tale criticità”.

“Non a caso -spiega Floriano Polimeno, segretario provinciale della Fp Cgil Lecce- sono già numerose le richieste di trasferimento di reparto ed esenzioni dal servizio sul mezzo mobile”. “Oggi -prosegue il sindacato- la fotografia delle ambulanze è sconfortante: c’è di sicuro un autista soccorritore internalizzato (o che presto sarà tale) in Sanitaservice, a volte c’è un infermiere dipendente del Sistema sanitario regionale, forse anche un medico la cui convenzione scade entro pochi giorni. Una situazione insostenibile”.

“Decine di medici (su un centinaio a livello regionale) -aggiunge- continuano a sperare nel rinnovo della convenzione da parte della Asl nella perenne attesa di una stabilizzazione promessa e mai arrivata e che adesso li porta a minacciare le dimissioni di massa”.

Promo