Dalla Regione Puglia via libera alla Agenda di Genere, “indicherà i gap da superare”

[epvc_views]

Si è svolto ieri l’incontro tra Giunta pugliese e consiglieri regionali sulla proposta di attivare l’Agenda di genere. Il governo Emiliano ha dato il via libera il 3 maggio al documento di proposta dell’Agenda ed in queste settimane si sta svolgendo una consultazione che durerà fino alla prima settimana di giugno, con tutto il partenariato economico e sociale, le Università ed il mondo della ricerca, il terzo settore, le associazioni e le reti delle donne impegnate sul tema della parità di genere.

Presenti all’incontro di ieri, tra gli altri, la presidente Loredana Capone, gli assessori Annagrazia Maraschio, Rosa Barone e Sebastiano Leo, Magda Terrevoli del Comitato unico di Garanzia della Regione Puglia, oltre al capo di Gabinetto Claudio Stefanazzi, la consigliera del presidente Titti De Simone. Il Capo di Gabinetto Claudio Stefanazzi a nome del presidente Emiliano ha annunciato che l’Agenda di Genere sarà presentata presto al Governo nazionale con una iniziativa pubblica a Roma, già anticipata alle Ministre Gelmini e Carfagna.

“Questo documento è per noi fondamentale ha dichiarato Stefanazzi – e nei prossimi giorni lo porteremo al board dei Direttori di Dipartimento, che lavoreranno adesso al prossimo ciclo di programmazione”. Gli assessori Leo, Maraschio e Barone hanno sottolineato che “l’Agenda è una metodologia innovativa sul piano della nuova programmazione, perché lavora su obiettivi trasversali e integrati fra le diverse policy regionali, e al contempo indicherà i gap da superare”.

Promo