Fiere, feste patronali, parrocchiali e tradizionali in Puglia. Casambulanti chiede corretta applicazione Legge Regionale 30 dicembre 2020

234

Di seguito la nota inviata dalla segreteria di Casambulanti all’Assessore allo Sviluppo Economico, al Dirigente Regione Puglia – settore Fiere e Mercati di Bari e ai Prefetti delle Province pugliesi.

Premesso:

– che molti comuni stanno disattendendo le disposizioni di cui alla legge regionale 30 dicembre 2020, n. 35, all’art. 40 (Misure temporanee straordinarie e urgenti in favore della categoria dei fieristi danneggiata dalle restrizioni alle attività economiche connesse all’emergenza sanitaria da Covid-19) la quale, al comma 5, recita: “le istanze per l’assegnazione di posteggi in fiere già presentate ai Comuni da parte dei soggetti destinatari delle misure contenute nella presente legge in relazione ad eventi annullati per effetto dell’emergenza sanitaria in corso conservano la propria validità e si intendono presentate per l’edizione successiva dei medesimi eventi fino a che gli stessi non abbiano effettivamente luogo”;

– che, illegittimamente, si continua a chiedere la (ri)presentazione delle istanze di partecipazione alle Fiere, Feste Tradizionali, Parrocchiali e Patronali, anche ai soggetti espressamente esclusi da tale adempimento burocratico ai sensi della suddetta disposizione di legge;

– che ciò comporta altresì dispendio di tempo e denaro, anche a causa delle diversità di modalità di presentazione delle istanze in quanto i comuni non si sono mai uniformati e spesso utilizzano piattaforme on line differenti e diversificate, che non solo disorientano gli Operatori e i professionisti ma arrecano anche enorme dispersione e costi aggiuntivi,

per quanto sopra, con la presente siamo a CHIEDERE l’attenta, precisa ed inderogabile attuazione della norma regionale quindi si DIFFIDA i destinatari della presente ad applicarla correttamente NON RICHIEDENDO la ripresentazione delle istanze di partecipazione e di assegnazione dei posteggi alle suddette Manifestazioni qualora rientrino nella fattispecie di cui al citato art. 40, comma 5, della legge regionale 35/2020. Per le altre fattispecie sia confermata la procedura semplificata di cui al comma 6 del medesimo articolo di legge (Per gli eventi, per i quali non sia già stata presentata istanza, gli operatori interessati potranno presentare, con modalità semplificata, apposita manifestazione di interesse a partecipare all’iniziativa programmata al Comune competente per territorio, che provvederà a formulare tempestivo riscontro).

Promo