Bullismo: Capone, in Puglia soluzioni con Garante e scuole

187

“E’ assurdo leggere che nel 2020 il 61% delle nostre ragazze e dei nostri ragazzi è stato vittima di bullismo o di cyberbullismo. Si tratta di fenomeni così gravi da richiamare la nostra attenzione al doppio. Rimanere impassibili e inerti di fronte alla consapevolezza di un dramma comporterebbe un dramma ulteriore. Anche io, da presidente del Consiglio, voglio dare il mio contributo. Tracciando insieme alle scuole, al nostro Garante dei minori, al Corecom, percorsi comuni, laboratori, progetti che incentivino una maggiora cultura del rispetto dell’altra e dell’altro, aiutando le famiglie in questo difficile percorso verso l’uso dei social ma, più in generale, verso l’uso delle buone maniere nei confronti degli altri”.

Lo scrive su facebook la presidente del Consiglio regionale pugliese, Loredana Capone. “Purtroppo – evidenzia – troppo spesso questi atti restano nascosti e, quando poi emergono, molte famiglie mostrano un atteggiamento di difesa verso i responsabili, atteggiamento che non è solo ingiusto ma anche e soprattutto anti educativo”.

Promo