Caso Capristo, a Trani anche una escort per fermare il magistrato che indagava sui politici

[epvc_views]

Per fermare il Pubblico Ministero che stava indagando su amministratori e politici del territorio, l’ex Procuratore Capo di Trani Carlo Maria Capristo, avrebbe anche ingaggiato una escort.

È quanto riferisce l’edizione di Bari de La Repubblica di oggi 9 giugno. A raccontare la circostanza sarebbe stato il sostituto procuratore Michele Ruggiero, all’epoca dei fatti in servizio a Trani e ora impegnato a Bari. Lo ha detto ai magistrati di Potenza che hanno aperto un nuovo filone di indagine sul sistema di corruzione in magistratura. Le dichiarazioni di Ruggiero -secondo quanto è scritto su Repubblica- sono state confermate anche da due impiegati della Procura di Trani.

Promo