Covid: la Puglia mette in sicurezza anziani

La Puglia mette in sicurezza i suoi anziani e la popolazione piu’ a rischio in caso di infezione Covid. L’86,4% dei residenti da 80 anni in su e’ immune, avendo ricevuto entrambe le dosi; mentre nella fascia da 60 a 79 anni la Puglia e’ prima in Italia per copertura. In Puglia e’ stato somministrato il 95,1% delle dosi di vaccini anti Covid ricevute, nel dettaglio sono 2.697.851 le inoculazioni rispetto ai 2.837.585 sieri distribuiti. La Puglia è quarta nella classifica nazionale dopo Lombardia, Marche e Umbria.

Da ieri 9 giugno, alle 14, e’ partita la prenotazione per le fasce d’età tra il 1997 e il 2001, da 25 a 20 anni e sono oltre 18mila i prenotati sui vari canali alle 17. Venerdì 11 giugno alle 14 partirà anche la prenotazione per i nati tra il 2002 e il 2005. L’apertura degli slot di prenotazione sarà completata domenica 13 con i nati tra il 2006 e il 2009, sempre dalle 14. Ieri sono in aumento rispetto a martedì i nuovi casi di Covid a fronte di una decrescita dei test. Su 6.996 tamponi sono stati rilevati 185 casi positivi: 77 in provincia di Bari, 27 in provincia di Brindisi, 17 nella provincia Bat, 31 in provincia di Foggia, 20 in provincia di Lecce, 8 in provincia di Taranto, 1 caso di residente fuori regione, 4 casi di provincia di residenza non nota.

Ieri i nuovi casi erano 134 su 8.302 test. Sono stati registrati 8 decessi: 7 in provincia di Foggia, 1 in provincia di Lecce. In tutto hanno perso la vita 6.570 persone. Sono 228.669 i pazienti guariti mentre ieri erano 227.679 (+990); i casi attualmente positivi sono 16.518 (-813); i pazienti ricoverati sono 357 (-15). Il totale dei casi positivi Covid in Puglia dall’inizio dell’emergenza è di 251.757.

Promo