Carceri: Osapp, tre poliziotti aggrediti a Trani e Lecce

[epvc_views]

Due aggressioni in poche ore si sono verificate nelle carceri pugliesi di Trani e Lecce. Nella sezione femminile della casa di reclusione di Trani una ispettrice di polizia è stata aggredita alla spalle due volte dalla stessa detenuta, riportando un trauma distorsivo e grave stato d’ansia reattivo.

A Lecce un detenuto con problemi psichici ha aggredito nel reparto infermeria un ispettore e un assistente capo di Polizia penitenziaria che sono finiti in ospedale. Lo rende noto l’Osapp (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria) che parla di “gravissimi episodi”.

Pasquale Montesano, segretario generale aggiunto dell’Osapp, si rivolge in una nota alla ministra della Giustizia, Marta Cartabia, chiedendo che “dichiari lo stato di emergenza e convochi un tavolo per affrontare concretamente e in modo definitivo i problemi più urgenti quali: le reiterate e gravissime aggressioni nei confronti del personale di Polizia penitenziaria nelle carceri pugliesi e non solo, la grave carenza di organico, il rinnovo del contratto ormai scaduto da tempo e il gravissimo sovraffollamento di tutti gli Istituti penitenziari della regione Puglia e di tutto il territorio nazionale”. “Quanto sta accadendo – conclude – è inammissibile e intollerabile e ci risulta assai difficile comprendere come la politica sia in silenzio assordante sugli annosi problemi delle carceri pugliesi”.

Promo