Incendi boschivi: in Puglia nuova sala operativa

161

Nella sede della Protezione Civile della Regione Puglia è partita ufficialmente la Campagna antincendio boschivo (AIB) e, come ogni anno, dalla metà di giugno fino a settembre inoltrato, tutte le componenti e le strutture operative del sistema di protezione civile regionale saranno impegnate nelle attività di prevenzione e di salvaguardia del nostro patrimonio naturale.

Sono intervenuti tra gli altri il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, il prefetto di Bari Antonella Bellomo, il delegato della Protezione civile Maurizio Bruno, il dirigente della Protezione Civile regionale, Mario Lerario, il direttore generale dell’Agenzia regionale per le attività irrigue e forestali (ARIF), Francesco Ferraro, il generale Antonio Danilo Mostacchi del Comando Carabinieri Forestali ed Emanuele Franculli in rappresentanza dei Vigili del Fuoco.

“La Protezione Civile pugliese -ha sottolineato Emiliano – non è solo fatta dalla Regione Puglia ma dall’insieme delle componenti dello Stato: prefetture, corpi di polizia, vigili del fuoco, il ministero degli Interni, la Forestale. Grazie alle nuove apparecchiature siamo in grado di fare osservazioni con le nuove tecnologie e individuare gli incendi prima che si sviluppino. Abbiamo fatto uno sforzo economico notevole per mettere in condizione i vigili del fuoco di avere il massimo di quello che potevamo permetterci, abbiamo investito ancora di più rispetto a quanto avevamo fatto negli anni precedenti.” Ieri è stata anche inaugurata la nuova Sala Operativa Unificata Permanente (SOUP) nella sede della Protezione Civile nella zona industriale di Modugno (BA) Nel 2020 sono stati eseguiti 5.568 interventi anticendio rispetto ai 4.181 del 2019, di cui 183 incendi boschivi rispetto ai 166 del 2019. La provincia di Lecce, nel 2020, è stata la più colpita con 2.718 interventi su 5.568, segue la provincia di Bari con 795 operazioni antincendio.

Promo