Marò, caso chiuso per la Corte Suprema indiana. La moglie di Girone: “Tanti anni non saranno più restituiti”

La Corte Suprema indiana ha chiuso tutte le cause contro i due Marò italiani, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, accusati di aver ucciso due pescatori al largo della costa del Kerala nel 2012. Lo riportano i media indiani.

“Interessante leggere i ringraziamenti del Ministro Di Maio nei confronti di chi ha lavorato sodo, ma prima di tutti è importante ringraziare i due soldati che si sono sacrificati alla sottomissione indiana per tanti anni che mai più gli saranno restituiti”. Lo dichiara Vania Ardito, moglie del fuciliere di Marina Salvatore Girone. “Adesso -aggiunge- auspichiamo in una rapida risoluzione per la conclusione definitiva del caso in Italia”.

“Abbiamo appreso ufficiosamente la notizia – prosegue la moglie del fuciliere – finalmente si è concluso un caso che si sarebbe dovuto concludere in nove giorni ma ci sono voluti piu’ di nove anni”. “Aspettiamo di ricevere notizie ufficiali -conclude- per conoscere nei dettagli gli esiti della sentenza ancora oscuri”.

Promo