Mafia, sequestro per mezzo milione a commerciante di cavalli nel barese

177

Un sequestro di beni per un valore di mezzo milione di euro è stato effettuato dai finanzieri della Tenenza di Mola di Bari e del Primo Gruppo Bari nei confronti di un commerciante di cavalli 70enne, ritenuto vicino al clan barese dei Parisi. La richiesta di sequestro è stata avanzata dal procuratore vicario Roberto Rossi e accolta dalla presidente del Tribunale di prevenzione Giulia Romanazzi.

Nei confronti dell’uomo, già condannato per associazione mafiosa, contrabbando di tabacchi lavorati esteri, armi, ricettazione ed evasione fiscale, i finanzieri hanno accertato una sproporzione tra i redditi dichiarati e i beni nella effettiva disponibilità del nucleo familiare, ritenendoli “il frutto e il reimpiego dei proventi delle attività illecite”.

Il provvedimento è stato notificato anche alla compagna del pregiudicato, indagata per intestazione fittizia di beni.

Promo