Guardia di Finanza. In Puglia per riciclaggio e autoriciclaggio sequestri per 20,5 milioni

[epvc_views]

Ammonta a quasi 20,5 milioni di euro il valore dei beni sequestrati lo scorso anno dai finanzieri in Puglia a seguito di 60 interventi in materia di riciclaggio e auto-riciclaggio. Sono 115 le persone denunciate, di cui 28 arrestate.

Il valore del riciclaggio accertato si è attestato intorno a 42 milioni di euro. I settori più delicati in tale ambito sono connessi allo smaltimento dei rifiuti, dei servizi funerari, delle sanificazioni, delle distribuzioni dei dispositivi di protezione. È, invece, di circa 9,7 milioni di euro il valore dei sequestri operati nei confronti di soggetti ritenuti responsabili del reato di usura. In applicazione della normativa antimafia, sono stati sottoposti ad accertamenti patrimoniali 809 persone mentre i provvedimenti di sequestro e confisca eseguiti hanno raggiunto, complessivamente, la quota di 63 milioni di euro. Ammonta a 45,5 milioni di euro circa il valore dei beni mobili, immobili, aziende, quote societarie e disponibilità finanziarie proposti all’Autorità giudiziaria per il sequestro. Sono stati sequestrati più di 3,1 milioni i prodotti industriali contraffatti, con falsa indicazione del Made in Italy e non sicuri. In 295 sono stati denunciati mentre sono 43 le contestazioni mosse nei confronti di soggetti acquirenti consapevoli di prodotti contraffatti. Infine, 313 sono stati i siti Internet oscurati o sequestrati perché utilizzati per commercializzare on line merce contraffatta.

I dati sono contenuti nel bilancio delle attività 2020 che le fiamme gialle hanno operato in Puglia e sono stati presentati nel giorno del 247esimo anniversario di fondazione del Corpo.

Promo