Brindisi, omicidio 19enne: sei condanne per tentata estorsione dopo furto auto

[epvc_views]

Sei ragazzi di Brindisi sono stati condannati dal tribunale a conclusione del dibattimento scaturito dall’inchiesta sulla tentata estorsione dopo il furto di un’auto, furto ritenuto il movente dell’omicidio del 19enne Giampiero Carvone, avvenuto nella notte fra 9 e il 10 settembre 2020 nel rione Perrino. Carvone, autore del furto, venne ucciso da un colpo di pistola alla nuca, davanti al portone della palazzina in cui viveva con la famiglia.

Le pene inflitte dal collegio giudicante vanno da un minino di due anni a un massimo di sette anni e dieci mesi. Gli imputati sono anche accusati -a diverso titolo- di detenzione illegale di un fucile a canne mozze, alterazione di arma, minacce ed esplosione pluriaggravata in relazione a quanto avvenuto nel quartiere Perrino, in cui il 19enne viveva con la sua famiglia, nelle ore precedenti all’omicidio.

Il pomeriggio del 9 settembre furono esplosi colpi di fucile in aria, nei pressi della chiesa, dove stavano giocando alcuni bambini. Le motivazioni della sentenza saranno depositate fra 90 giorni. Per l’omicidio del giovane, nelle scorse settimane, la squadra mobile di Brindisi ha notificato un avviso di garanzia a uno dei 6 imputati.

Promo