Probabile finanziamento di una strage in Russia con soldi inviati da Andria

Pochi giorni prima dell’attentato terroristico di Daghestan, in Russia, del 18 febbraio 2018, nel quale furono trucidate con un mitragliatore cinque donne mentre pregavano in una chiesa ortodossa, trasferimenti di denaro per complessivi 4.800 euro partirono da Andria destinati a due soggetti residenti proprio in quella zona della Russia.

È uno dei particolari che emergono dall’inchiesta della Gdf, coordinata dalla Dda di Bari, che ha portato oggi all’arresto di 4 persone, tutti cittadini andriesi di 29, 30, 32 e 42 anni, accusati di finanziamento di condotte con finalità di terrorismo. Le cinque operazioni di invio di denaro risalgono al 30 e al 31 gennaio 2018. Le transazioni furono effettuate dal centro money transfer della città del Nord Barese e il sospetto degli inquirenti è che abbiano contribuito a finanziare quell’attentato. Le indagini hanno infatti documentato due principali canali di destinazione del denaro: quello turco-libanese-mediorientale e la zona balcanica.

Promo