Ragazzina morta annegata, luminarie spente a Vieste in segno di lutto

Dopo la morte della ragazzina di 12 anni, annegata ieri pomeriggio in mare in località “Marina Piccola”, a Vieste (Foggia), in segno di lutto il sindaco della città garganica, Giuseppe Nobiletti, ha disposto lo spegnimento delle luminarie “Luci su Vieste”, le cento luminarie installate nel centro per rappresentare la rinascita dopo la pandemia.

La ragazzina viveva ad Ischitella (Foggia) e trascorreva le vacanze estive a Vieste a casa dei nonni e di alcuni parenti. Intanto già da ieri sono in corso le attività d’indagine, coordinate dalla Procura della Repubblica di Foggia, che ha disposto il trasporto della salma presso l’obitorio per i successivi accertamenti a cura del medico legale.

Promo