Tangenti al Comune di Foggia, salta l’incidente probatorio

[epvc_views]

Rinviato al 6 settembre in Corte d’Assise a Foggia, per un difetto di notifica a uno dei difensori dei 14 indagati, l’incidente probatorio a carico di Leonardo Iaccarino (nella foto), l’ex presidente del Consiglio comunale di Foggia arrestato il 30 aprile nell’inchiesta sulle presunte tangenti a Palazzo di Città e grande accusatore dell’ex sindaco Franco Landella, arrestato (domiciliari) il 21 maggio per tentata concussione e corruzione e rimesso in libertà dopo dieci giorni.

L’incidente probatorio si sarebbe dovuto celebrare prima nell’aula 6 del tribunale di Foggia, poi a causa del gran caldo le parti si sono trasferite in Corte d’Assise. “Speravamo di poter celebrare l’incidente probatorio anche per fare chiarezza e rispondete alle domande dei pubblici ministeri e dei difensori”, ha detto l’avvocato Potito Marucci che insieme al collega Antonio Ciarambino difende Iaccarino. “Faremo le nostre valutazioni -ha aggiunto- se presentare o meno la richiesta di revoca della misura di interdizione dai pubblici uffici per un anno per il nostro assistito”.

Promo