Coldiretti Puglia: “Boom della pasta made in Italy”

Boom della pasta Made in Italy che utilizza solo grano tricolore con gli acquisti cresciuti in valore del 9% nel 2021, trainati dalla tendenza dei consumatori a cercare prodotti di origine nazionale per sostenere l’economia ed il lavoro del territorio.

È quanto emerge da un’analisi di Coldiretti Puglia, diffusi in occasione della festa del grano nei mercati di Campagna Amica, con la preparazione dei formati tipici di pasta regionale, a partire da orecchiette e cavatelli, fatti dalle ‘signore delle orecchiette’ nei mercati degli agricoltori di Piazza del Ferrarese a Bari, Taranto e Brindisi e del pane a Lecce in Piazza Ariosto. “Le migliori varietà di grano duro selezionate, da Emilio Lepido a Furio Camillo, da Marco Aurelio a Massimo Meridio fino al Panoramix e al grano Maiorca, sono coltivate dagli agricoltori sul territorio pugliese che produce più di 1/4 di tutto il frumento duro italiano.

L’allarme globale provocato dal Covid ha fatto emergere una maggior consapevolezza sul valore strategico rappresentato dal cibo e dalle necessarie garanzie di qualità e sicurezza”, spiega Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia. Gli acquisti di pasta fatta al 100% di grano made in Italy -sottolinea la Coldiretti- sono cresciuti ad un ritmo di quasi 2 volte e mezzo superiore a quello medio della pasta secca anche per effetto dello smart working e del lungo lockdown per combattere l’emergenza covid che ha costretto i cittadini in casa.

Promo