Raphael Gualazzi, accompagnato da Simona Molinari, incanta il pubblico di Corato nella sua terza tappa del tour 2021

[epvc_views]

Ritornare alla normalità ascoltando musica dal vivo e rinunciando, finalmente, a quegli spettacoli visti soltanto in tv, in un inverno lungo e complesso, dettato dalle difficoltà imposte dal Covid-19. È quello che devono aver pensato e provato i numerosi spettatori che hanno assistito sabato scorso ad uno dei più importanti eventi musicali dell’estate pugliese.

A Corato, nella suggestiva cornice di Parco Sant’Elia, Raphael Gualazzi, accompagnato da Simona Molinari, ha deliziato la platea presente nella terza tappa del suo live tour 2021, che lo vedrà impegnato sino a settembre in tutta Italia. Dopo i primi due concerti tenutisi a Verona e Milano alla fine dello scorso mese, il cantautore e pianista italiano, originario di Urbino, ha fatto tappa a Corato nell’ambito del “Programma Straordinario 2020 Cultura e Spettacolo” della Regione Puglia.

Per l’appunto, Radio Italia Anni ‘60 ha presentato il progetto “Murex 6,0” nel quale figurano appuntamenti volti alla valorizzazione del patrimonio culturale ed architettonico del territorio. Fulcro del progetto condiviso da una delle principali emittenti radiofoniche di Puglia e Basilicata è stato proprio il concerto che ha visto come protagonisti due artisti di fama nazionale ed internazionali come Raphael Gualazzi e Simona Molinari. Straordinaria l’esecuzione dei suoi cavalli di battaglia che spaziano dal jazz, al blues e al genere fusion.

La carriera di Gualazzi è al momento costernata da grandi successi, molti dei quali eseguiti proprio sabato scorso sul palco allestito all’interno di Parco Sant’Elia a Corato. Il cantautore e pianista di Urbino ha vinto la categoria giovani al Festival di Sanremo 2011 con “Follia d’amore” e, nello stesso anno, ottenne il secondo posto all’ Eurovision Song Contest. Un secondo posto ottenuto anche al Festival di Sanremo 2014 con “Liberi o no” in collaborazione con The Bloody Beetroots. Ha partecipato alla 70° edizione del Festival di Sanremo con il brano “Carioca”.

Soddisfazione ha espresso Mary Rubini, editrice di Radio Italia Anni 60. «Abbiamo lavorato instancabilmente nell’ultimo mese (con il prezioso coordinamento degli Uffici  preposti del comune di Corato) al fine di definire, in maniera meticolosa, ogni dettaglio sia artistico che tecnico, con un grande occhio di riguardo agli aspetti legati alla sicurezza. Siamo orgogliosi del risultato, consapevoli che i nostri sforzi renderanno meno gravoso il lavoro di chi continuerà a fare arte e cultura, sul territorio, dopo di noi. D’altra parte, la condivisione di esperienze e conoscenze è da sempre alla base del nostro modus operandi».

Katia Simone

Promo