Covid, Coldiretti: i nuovi poveri aiutati da campagna amica

Sono 210mila i pugliesi che a causa della emergenza sanitaria da coronavirus vivono in condizione di fragilità sociale. Tra loro ci sono 30mila minori a rischio povertà educativa e dispersione scolastica. È quanto rende noto Coldiretti Puglia che ha donato prodotti alimentari a chilometro zero nell’ambito della iniziativa “Campagna amica”. “La pandemia ha sottolineato il ruolo economico e sociale della filiera corta e della vendita diretta dei prodotti agroalimentari e di quanto i consumatori stessi possano aiutare i nuovi poveri con iniziative di sostegno e di comunità per aiutare le fasce più fragili della popolazione”, spiega Giulia De Marco del servizio tutela consumatori della Regione Puglia.

“Coldiretti ha reso strutturali le iniziative di solidarietà, un segno tangibile della filiera agroalimentare verso le fasce deboli della popolazione più colpite dalle difficoltà economiche”, aggiunge il presidente di Coldiretti Puglia, Savino Muraglia chiarendo che “a pagare il prezzo più alto alla crisi sono stati mamme e papà single e le coppie con uno o due figli che hanno bisogno di aiuto anche per fare la spesa”. Dall’inizio della pandemia sono più di 5,5 milioni i chili di prodotti tipici Made in Italy a chilometro zero e di altissima qualità distribuiti dagli agricoltori di Coldiretti e Campagna Amica per garantire un pasto di qualità ai più bisognosi. “Si è trattato – conclude l’associazione – della più grande iniziativa di solidarietà mai realizzata dagli agricoltori italiani resa possibile anche dalla partecipazione volontaria dei cittadini al programma della spesa sospesa”.

Promo