Il monito del Vescovo: “Basta ai roghi criminali sul Gargano”

[epvc_views]

“Il nostro “Amato Gargano” continua a bruciare! Non è possibile continuare ad assistere inermi a questi scempi! Non e’ possibile continuare a vedere il nostro Gargano deturpato e danneggiato da incendi di chiara cultura ancestrale, prepotente e delinquenziale, appiccati certamente da mani insanguinate di criminali senza rispetto di niente e di nessuno”. Così Padre Francesco Moscone, vescovo di Manfredonia-San Giovanni Rotondo-Vieste commenta l’incendio scoppiato nei giorni scorsi sul Gargano tra Vico e Ischitella e che ha distrutto oltre 400 ettari di terreno.

“Tutti noi garganici – continua il prelato – abbiamo bisogno di ben altro e sentiamo il dovere civico di opporci con ogni forza al vecchio andazzo di omertà, indifferenza, insensibilità verso il comune ‘tesoro’ del Creato affidato alla nostra custodia e ammirazione, che richiede cura e rispetto da parte di tutti. Dobbiamo imparare a vedere la bellezza che ci circonda, sempre, nella quotidianità del vivere. Impegniamoci, perciò, a proteggere noi stessi e il Creato anche dalle nefaste forze di chi con tali insensati gesti ci minaccia e vuol farci capire che ha le mani sul territorio e che intende ancora una volta sopraffare tutti e tutto”. L’invito del vescovo è “a un dialogo sereno e fraterno sul modo in cui stiamo costruendo il futuro del pianeta e del nostro territorio in particolare, certo che tutti possiamo collaborare, come strumenti di Dio, per la cura della creazione, ognuno con la propria cultura ed esperienza, le proprie iniziative e capacità”.

“La Gaudium et Spes del Concilio Vaticano II – conclude il religioso – sottolinea che ‘le gioie e le speranze, le tristezze e le angosce degli uomini d’oggi, dei poveri soprattutto e di tutti coloro che soffrono, sono pure le gioie e le speranze, le tristezze e le angosce dei discepoli di Cristo, e nulla vi è di genuinamente umano che non trovi eco nel loro cuore’. L’augurio che rivolgo è quello di essere autentici custodi del Creato, capaci di rendere reali i sogni che stanno nei nostri cuori certi di saperli vivere coerentemente”.

Promo