Fdi, per il settore Welfare serve programmazione

“Invertire la rotta: prevenire i bisogni socio-sanitari e organizzare la risposta attraverso la programmazione anzichè continuare a inseguire le emergenze. E’ questa la prima richiesta che abbiamo rivolto all’assessore Rosa Barone, che abbiamo voluto incontrare per fornire una serie di spunti utili, che nascono dal confronto quotidiano con disabili e anziani e le loro famiglie”: è quanto dichiarano i consiglieri regionali di Fratelli d’Italia al termine della riunione con l’assessora regionale al Welfare.

“La Regione Puglia – dicono i consiglieri – ha avuto politiche welfare sempre in affanno, tese sempre a trovare soluzioni a emergenze, senza mai una vera pianificazione pluriennale che consenta dall’assistenza ai disabili, al contrasto della dispersione scolastica, di poter non solo fornire tutti i servizi necessari per il vivere quotidiano, ma anche prevenire alcuni fenomeni, soprattutto quelli di carattere sociale che investono i minori e le situazioni di povertà”. Secondo Fdi “anche il Reddito di dignità, così come attuato, non può essere una forma di assistenza tout court, al pari del nazionale Reddito di cittadinanza non può essere sostitutivo del reddito da lavoro”.

Promo