Regione Puglia, Borraccino: “Nell’area ex Belleli a Taranto arriva il Gruppo Ferretti”

167

“Firmato nei giorni scorsi dal Presidente Emiliano l’Accordo di programma col Gruppo Ferretti per un insediamento produttivo nell’area ex Belleli di Taranto. Si tratta di un’importante svolta per il rilancio del territorio jonico, nella direzione dello sviluppo sostenibile perseguito con tenacia e impegno dal primo cittadino, Rinaldo Melucci, e dalla Regione Puglia a guida dal Presidente Emiliano. Con le determinazioni adottate qualche giorno fa dal Tavolo Istituzionale del CIS, al quale abbiamo partecipato come Regione Puglia e che ha visto l’approvazione degli interventi per la reindustrializzazione e delle relative risorse da utilizzare per l’area ex Belleli di Taranto, l’insediamento potrà beneficiare di 4 milioni di euro, messi a disposizione dalla Regione Puglia, finalizzati esclusivamente alla messa in sicurezza permanente della falda”. Lo dichiara Mino Borraccino, consigliere politico del Presidente della Regione per il coordinamento del Piano per Taranto.

“Circa 38 ettari di estensione, compresi tra Punta Rondinella ed il così detto ‘Quinto sporgente’, saranno oggetto di importanti interventi risolutivi delle situazioni di criticità ambientale, socio-economica e di riqualificazione del territorio tarantino – aggiunge Borraccino – Nell’area interessata, che fa parte del Sito di Interesse Nazionale (SIN) di Taranto, istituito nel 2000, di competenza dell’Autorità portuale di Taranto, sono previsti innanzitutto lavori di messa in sicurezza permanente dell’intera area, e poi una serie di interventi per la realizzazione e la messa in esercizio di un nuovo insediamento produttivo della Ferretti SpA, multinazionale italiana che opera nel settore della cantieristica navale, proprietaria di diversi marchi commerciali che si occupano di progettazione, produzione, e commercializzazione di panfili da 6 a 85 metri di lunghezza, con 1500 dipendenti e oltre 700 milioni di euro di fatturato annuo. Opere di bonifica, di capping superficiale, edilizia di base, pavimentazione di piazzali carrabili, nuove infrastrutture per la viabilita’, elettriche, impiantistiche, saranno presto realizzate in questo nuovo insediamento che rientra tra i cantieri navali di superficie complessiva superiore a 2 ettari”.

“Il tutto seguirà un cronoprogramma ben preciso che prevede l’esecuzione totale dei lavori entro il 2022, mentre l’attività economica nelle aree ultimate dovrebbero partire entro luglio 2022 -continua Borraccino- L’investimento complessivo del progetto integrato di messa in sicurezza, riconversione industriale e sviluppo economico produttivo dell’area ex Yard Belleli di Taranto è pari a circa 200 milioni di euro, di cui: € 62,6 milioni di finanziamento privato da parte della Ferretti e € 137,6 milioni di finanziamento pubblico, necessari, questi ultimi, ad assicurare il pieno recupero ambientale dell’area, con una partecipazione diretta della Regione Puglia di complessivi 41,5 milioni di euro che saranno utilizzati per la bonifica dell’area che andrà ad ospitare l’insediamento produttivo. Si stimano ottime ricadute occupazionali, con circa 200 dipendenti diretti per il nuovo cantiere navale della Ferretti Gruop SpA oltre all’indotto e opportunità di sviluppo per il territorio”.

Promo