Porti, Bellanova: “Ora sburocratizzare per spendere le risorse”

“C’è una grande attenzione sul sistema portuale italiano. Noi nel Piano nazionale di ripresa e resilienza abbiamo destinato molte risorse ai porti e anche ai porti del Mezzogiorno, un miliardo e 200 milioni di euro, più 600 milioni che sono stati destinati alle Zone economiche speciali che devono essere davvero un sistema integrato”. Lo ha detto questa mattina a Taranto il viceministro alle Infrastrutture, Teresa Bellanova, inaugurando nell’area portuale più vicina alla città la calata 1.

“Adesso -ha proseguito Bellanova- il lavoro che dobbiamo fare è quello di accelerare perché le Zes, pensate nel 2016, non sono ancora partite, i porti sono stati investiti da interventi importanti ma dobbiamo completare e accelerare gli interventi. Per questo -ha aggiunto il vice ministro- stiamo lavorando molto sulla sburocratizzazione perché non basta avere solo le risorse, ma bisogna avere gli strumenti per impegnare, impegnare bene e in tempi rapidi queste risorse”.

Promo