Puglia. Borraccino, più contributi a fondo perduto per la ripartenza

[epvc_views]

Incrementati i contributi a fondo perduto per le attività economiche pugliesi del Titolo II capo 3 e capo 6. Grazie, infatti, alle modifiche apportate dalla Giunta al Regolamento regionale numero 17, “Regolamento della Puglia per gli aiuti compatibili con il mercato interno ai sensi del Trattato sul Funzionamento dell’Unione europea (TFUE)”, liberi professionisti, micro, piccole e medie imprese che hanno sede operativa in Puglia e svolgono attività nel settore manifatturiero, del commercio, dei servizi (Capo 3) e nel settore turistico-alberghiero (Capo 6) potranno accedere a contributi a fondo perduto maggiorati. Si tratta di una misura importante messa in campo dal Presidente Emiliano e dall’assessore al ramo, Delli Noci, per favorire una rapida ripresa dopo la crisi causata dall’emergenza sanitaria Covid-19. Lo comunica in una nota Mino Boraccino, Consigliere del Presidente della Regione Puglia per l’attuazione del Piano per Taranto.

“Le agevolazioni saranno disponibili gia’ dal prossimo mese ed interesseranno in particolare il contributo in conto impianti previsto dal Titolo II Capo 3 e Capo 6, che passera’ dal 20% al 35% per le piccole imprese e dal 20% al 30% per le medie imprese. Prosegue dunque, nel solco di un percorso gia’ avviato lo scorso anno, ad inizio pandemia, lo straordinario sforzo della Regione Puglia a sostegno delle attivita’ economiche della nostra regione, alla base delle economie locali, per non lasciare indietro nessuno” conclude.

Promo