Brindisi, Consiglio di Stato: Illegittime assunzioni al consorzio Torre Guaceto

[epvc_views]

Anche per il Consiglio di Stato sono illegittimi e, quindi, da annullare i provvedimenti di assunzione a tempo indeterminato di 8 unità, adottati il 15 maggio 2019 dal consorzio di gestione di Torre Guaceto (Brindisi). Le motivazioni della sentenza sono state depositate, all’esito dell’udienza dello scorso 4 marzo, da remoto.

I giudici della quinta sezione, presieduta da Carlo Saltelli, hanno confermato quella del Tribunale amministrativo regionale per la Puglia, sezione staccata di Lecce del 2 aprile 2020, con cui era stato accolto il ricorso proposto da sei ragazzi che avrebbero voluto partecipare alla selezione per titoli ed esami, per la formazione di una graduatoria di idonei all’assunzione.

Gli avvocati dei ragazzi lamentavano che l’avviso di selezione non fosse stato pubblicato, nemmeno per estratto, né sulla Gazzetta Ufficiale, né sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia, né tanto meno su quotidiani locali e neppure all’albo pretorio dei Comuni consorziati.

Il Tar ha accolto il ricorso e ha annullato tutti gli atti della procedura per la “violazione dell’obbligo di pubblicazione dell’avviso di selezione nella G.U.R.I. sul presupposto che il consorzio di gestione di Torre Guaceto ha natura di ente pubblico non economico al quale si applica la disciplina in materia di accesso agli impieghi prevista per le amministrazioni pubbliche (e non le norme sulle assunzioni di personale nelle società pubbliche)”. Questa conclusione è stata confermata dal Consiglio di Stato che ha respinto il ricorso presentato contro il Tar dagli assunti.

Promo