Recovery, Uil Puglia: “Regione si confronti su fondi europei”

“Cosa aspetta la Regione Puglia a riconvocare la cabina di regia, incomprensibilmente ferma, per valutare gli investimenti derivanti dalle risorse del Pnrr e le possibile ricadute sul territorio?”. È quanto si chiede Franco Busto, segretario generale della Uil Puglia.

“Non vorremmo -aggiunge- che alla fine si arrivi alla solita redistribuzione da manuale Cencelli dei fondi europei, tanto per accontentare questo o quel mal di pancia e tenere buoni gli equilibri politici”. Per il sindacalista si registra “un silenzio incomprensibile. O si vogliono lasciare fuori i lavoratori dal processo di progettazione del futuro della Puglia o in Regione non hanno ancora le idee chiare”.

“Occorre investire con lungimiranza in infrastrutture moderne, in nuove tecnologie e in innovazione, nell’efficientamento della Pubblica amministrazione e della sanità, in formazione scolastica e professionale, prestando attenzione affinché agli investimenti corrisponda la creazione di nuova occupazione, altrimenti la crescita sarà solo un miraggio”, prosegue.

“L’opportunità che abbiamo davanti richiede la massima responsabilità e la massima competenza: noi siamo pronti, ammesso che dall’altra parte abbiano intenzione di coinvolgerci”, conclude Busto.

Promo