Mafia: omicidio a colpi di kalashnikov nel foggiano, un arresto

Carabinieri e agenti di polizia hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di una persona coinvolta nell’omicidio di Antonio Fabbiano e nel tentato omicidio di Michele Notarangelo, avvenuti il 25 aprile del 2018 a Vieste, in provincia di Foggia.

L’ordinanza è stata emessa dal gip su richiesta della Direzione distrettuale antimafia di Bari. La sera del delitto il 25enne Fabbiano fu colpito sotto casa a colpi di kalashnikov e di pistola. Il 25enne era ritenuto dagli investigatori vicino al clan Raduano, rivale dei Notarangelo e dei Perna, per il controllo dei traffici di droga.

Fabbiano, ferito all’inguine e al torace, fu ricoverato a Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo, dove mori’ alcune ore dopo il ricovero. I dettagli sull’operazione nel corso di una conferenza stampa alle 10.30 presso la Procura di Bari.

Promo