Spiagge, Lecce, invase da cumuli di rifiuti dopo notte di San Lorenzo

[epvc_views]

Rifiuti sulle spiagge leccesi di San Cataldo e Torre Chianca sono stati trovati, questa mattina, dagli operatori della ditta incaricata per la pulizia tanto che si è reso necessario “uno sforzo supplementare predisponendo un intervento straordinario di pulizia con mezzi meccanici per ripristinare lo stato dei luoghi nelle aree interessate e restituire l’arenile ai bagnanti in sicurezza”. Lo rende noto il Comune di Lecce che parla di “emergenza successiva alla notte di san Lorenzo con le spiagge prese d’assalto da turisti e cittadini”.

“Lo spettacolo indecoroso che si è presentato questa mattina sulle spiagge dopo la notte di San Lorenzo – dichiara l’assessore all’Ambiente del Comune di Lecce, Angela Valli – ci rafforza nella convinzione che è necessario insistere nella sensibilizzazione dei cittadini e anche dei visitatori occasionali al rispetto delle nostre spiagge che passa necessariamente dal preoccuparsi di rimuovere i rifiuti prodotti durante la permanenza lungo la costa”.

Intanto all’Ente sono arrivati 20mila euro stanziati dalla Regione per l’attività di rimozione di rifiuti abbandonati su spiagge o strade comunali. “L’impegno a tenere pulito non deve essere percepito come esclusivo dell’amministrazione pubblica, ma deve vederci tutti coinvolti”, aggiunge Valli che ringrazia “la Regione Puglia per aver nuovamente stanziato fondi che ci permetteranno di affrontare queste emergenze nonostante le nostre limitate forze. In discussione c’è l’immagine di un intero territorio caratterizzato sia dal forte appeal turistico che dal delicato equilibrio ambientale”.

Promo