Addio ad Arturo Cucciolla, il sindaco di Bari: “La città perde un suo grande intellettuale”

“Con la scomparsa di Arturo Cucciolla Bari perde un altro esponente significativo della storia della sinistra barese degli ultimi quarant’anni. Professionista, docente di Storia dell’architettura contemporanea e laboratorio progettuale, Arturo Cucciolla è stato, soprattutto, un cittadino impegnato e appassionato. Sempre animato da grande fervore civico”. Cosi’ il sindaco di Bari e presidente Anci, Antonio Decaro, commenta la scomparsa dell’architetto Arturo Cucciolla, morto a 73 anni.

“Protagonista dei dibatti sugli interventi di trasformazione urbana -prosegue Decaro- Arturo ha saputo coniugare nella sua vita professionale grande competenza e impegno politico e sociale in favore della sua città. Riqualificazione, recupero urbano e riuso delle aree dismesse sono state le parole chiave della sua attività professionale e del suo impegno sociale”.

“Personaggio eclettico con una spiccata personalità culturale e politica, convintamente antifascista -ricorda il sindaco- negli ultimi anni si è dedicato a preservare e implementare il suo prezioso archivio di documenti e progetti di carattere pubblico di interesse generale per la storia dell’architettura e della storia urbana della Puglia, e di Bari in particolare. Il suo obiettivo è stato quello di tramandare informazioni, conoscenze e competenze alle future generazioni”. “Oggi -conclude Decaro- Bari piange la perdita di un intellettuale attento e lungimirante perché convinto assertore che senza memoria del passato non c’è futuro. Ai figli Alessandro e Luca e ai suoi adorati nipoti l’abbraccio affettuoso dell’intera città”.

Promo