Misericordie d’Italia: pronti ad assistere e ad accogliere la popolazione in fuga dall’Afghanistan

309

Desta grande preoccupazione ciò che sta succedendo in queste ore in Afghanistan.

“In questo momento il dovere di tutta la comunità internazionale è di non abbandonare la popolazione e di trovare ogni forma possibile di sostegno”.
È quanto scrive in una nota la Confederazione nazionale Misericordie d’Italia che con il suo presidente Domenico Giani, i consiglieri di presidenza della Confederazione, in unione con il correttore nazionale, il vescovo mons. Franco Agostinelli, stanno seguendo con “particolare attenzione e preoccupazione” la situazione che si sta sviluppando in Afghanistan.

E a tal proposito si dice: “disponibile a fare la propria parte sul fronte dell’aiuto, dell’assistenza e dell’accoglienza per tutti coloro che saranno costretti a lasciare quella terra martoriata”.

Mimmo Spadavecchia

Promo