Casa, in Puglia l’anno scorso 2538 sfratti nonostante il blocco del Governo

173 Visite

È la provincia di Bari l’area pugliese in cui sono stati eseguiti più sfratti: 1.187. È quanto emerge dai dati pubblicati dall’ufficio statistica sfratti del ministero dell’Interno. Il barese è seguito dalla Bat con 524, da Foggia e Taranto rispettivamente 312 e 244, da Lecce 156 e Brindisi 115. In tutta la Puglia sono stati 2.538.

“Si tratta di numeri impressionanti perché nemmeno il blocco imposto dal governo ha inciso nelle esecuzioni coinvolgendo 2.538 nuclei familiari -osserva Paolo Cicerone, segretario generale del Sicet Cisl Puglia-. Mi chiedo come sarebbe stato l’impatto in Puglia sul fronte degli sfratti senza il blocco che, comunque, ha evitato l’80% del totale degli sfratti”.

“Occorre far diventare la politica abitativa pubblica una necessità strutturale del Governo centrale e regionale sbloccando con incentivi mirati il patrimonio immobiliare privato, ricorrendo a misure fiscali di vantaggio sia per i proprietari che per gli inquilini e operando per un piano casa a canoni sostenibili per le famiglie a basso reddito”, conclude.

Promo