Covid, focolaio in carcere a Taranto con 30 detenuti positivi. Sindacato Sappe: “Sfollare l’istituto”

Un focolaio da coronavirus è stato accertato nel carcere di Taranto dove ci sono “30 detenuti positivi”. Lo rende noto Federico Pilagatti, segretario generale del Sappe, il sindacato autonomo della polizia penitenziaria che teme che il contagio possa propagarsi.

Il sindacato chiede “l’immediato sfollamento di almeno 200 detenuti, se risultati negativi ai test, l’arrivo di almeno 50 poliziotti, il blocco dell’ingresso di nuovi detenuti, delle udienze in video conferenza di detenuti che non sono ristretti nel carcere di Taranto e l’invio da parte della Asl di Taranto di tutto il personale sanitario necessario per far fronte in maniera adeguata alla situazione”.

Per Pilagatti serve un maggiore “controllo di tutti i visitatori del carcere tarantino che devono esibire il green pass” e va pianificata “con urgenza la somministrazione della terza dose del vaccino a detenuti e poliziotti anche perché i sei mesi sono scaduti o stanno per scadere”.

Promo