Taranto, parla il commissario: “Nostro compito è lasciare conti in ordine”

172 Visite

“Abbiamo cominciato a ragionare sulle questioni più importanti e dallo studio dei dossier. Compito dei commissari è lasciare conti in ordine ai padroni di casa”. Lo ha detto oggi pomeriggio il commissario del Comune di Taranto, prefetto Vincenzo Cardellicchio, che ha incontrato i giornalisti a Palazzo di Città poche ore dopo il suo arrivo. Il commissario si è insediato a seguito della sospensione del Consiglio comunale da parte del prefetto di Taranto, causa le dimissioni irrevocabili e contestuali di 17 consiglieri su 32. Alla sospensione farà ora seguito il decreto di scioglimento del presidente della Repubblica.

Per il commissario Cardellicchio, “le priorità sono anzitutto organizzative. Abbiamo formato una squadra. Ho avuto un lungo colloquio col prefetto di Taranto, Martino, e dalle riflessioni che ho avuto con lui e dagli affidamenti avuti dal presidente della Regione, tireremo fuori un primo elenco dai tanti dossier aperti”.

“Ho aderito all’invito di recarmi a Taranto senza indugi -ha detto il commissario-. Sono un uomo dello Stato chiamato a obbedire alle chiamate. E ci sono chiamate su cui non si può neanche discutere. Taranto -ha aggiunto- è una capitale del Mediterraneo, e’ alle cronache nazionali, ha un passato antico e recente che meritava tutta l’attenzione possibile. Con me -ha proseguito- sono funzionari di altissimo livello che sottolineano l’attenzione che il Governo ha riservato a questa città. Taranto merita attenzione per il suo futuro e la Puglia non ha mai vissuto una stagione così brillante come questa”.

Promo