Due rapine in 3 giorni nella stessa via a Taranto, riconosciuto dal tatuaggio e arrestato 28enne di Crispiano

242 Visite

Ha commesso due rapine in pochi giorni, prima in una farmacia e poi in un supermercato entrambi situati in via generale Messina, il 28enne arrestato nelle ultime ore da agenti della Squadra Mobile della Questura del capoluogo jonico. Il giovane risiede a Crispiano, un paese della provincia.

In entrambi gli episodi commessi il 18 ed il 20 novembre scorso, il rapinatore armato di coltello ha minacciato i dipendenti impossessandosi dell’incasso giornaliero per un totale di circa 1.500 euro. Gli investigatori, grazie anche alle testimonianze dei presenti, sono giunti a chiudere il cerchio intorno al 28enne pregiudicato.

Le testimonianze sono state suffragate dall’analisi delle immagini dei sistemi di videosorveglianza collocati sia all’interno degli esercizi commerciali che lungo le vie limitrofe. È stato così possibile accertare che in entrambi i casi il rapinatore aveva un vistoso tatuaggio sul collo e presentava una forma di valgismo che ne caratterizzava il modo di camminare, tipica del pregiudicato individuato.

Il 28enne è stato rintracciato in casa a Crispiano, mentre era in procinto di partite per Barcellona dove, come poi accertato, aveva trovato lavoro come cameriere. I poliziotti hanno trovato durante la perquisizione domiciliare, oltre agli indumenti usati nel corso di una delle due rapine, una valigia pronta ed altro abbigliamento piegato, segno tangibile di un’imminente partenza. Ora il pregiudicato, che deve rispondere di rapina, è rinchiuso nel carcere di Bari.

Promo