Lavori sulla rete fognaria di Bari, Acquedotto Pugliese approva gare per 21 milioni di euro

[epvc_views]

Il consiglio di amministrazione di Acquedotto pugliese, nel corso dell’ultima seduta, ha approvato gare per 21 milioni di euro. Tra gli interventi più rilevanti, i lavori sul nuovo impianto di sollevamento fognario denominato “Torre del Diavolo” a Bari per un importo complessivo di 19,2 milioni e i servizi di manutenzione, preventiva e a chiamata, sulle stazioni di campionamento automatico degli impianti di depurazione gestiti da Aqp, del valore di 1,8 milioni di euro.

Il Cda ha approvato l’affidamento della progettazione esecutiva e dell’esecuzione dei lavori sul nuovo impianto di sollevamento fognario “Torre del Diavolo” che sarà sistemato nel sito adiacente all’attuale impianto, in località Torre del Diavolo, su via Gentile a Bari. L’impianto sarà dotato delle migliori tecnologie per rispondere in modo sempre più efficiente alle esigenze del territorio e altresì evitare eventuali sversamenti, in caso di arrivi anomali di portate. “Il nuovo intervento – spiega Gaetano Barbone, responsabile del procedimento sull’impianto di Torre del Diavolo – sarà garantito un notevole potenziamento dell’attuale sistema di pompaggio consentirà di evitare lo sversamento a mare dei reflui in caso di arrivi anomali di portate oltre che risolvere problematiche idrauliche”.

L’attuale impianto è strategico per il sistema fognario della città di Bari poiché raccoglie le acque reflue urbane dei quartieri di Bari: Murat, Borgo Antico, Madonnella, Japigia, Picone, Poggiofranco, Carrassi, San Pasquale, Carbonara, Ceglie e Loseto per inviarle all’impianto di depurazione di Bari Est. Sull’impianto sono in fase di ultimazione interventi di manutenzione straordinaria per un importo pari a circa 1,5 milioni di euro per l’installazione di due nuove griglie, la sostituzione di tutto il piping interno alla camera di manovra e la fornitura di due nuove elettropompe.

Parallelamente è in fase di progettazione la sostituzione della seconda condotta premente lunga circa 2,5 chilometri che da “Torre del Diavolo” recapita i reflui al Depuratore di BARI Est (importo previsto 6,5 milioni di euro).

Promo