Arsenale in masseria, domiciliari all’ex giudice De Benedictis dopo 7 mesi di carcere

175 Visite

Arresti domiciliari per l’ex gip del tribunale di Bari Giuseppe De Benedictis, in carcere dal 13 maggio scorso dopo il ritrovamento di un arsenale, il 29 aprile, in una villa alla periferia di Andria.

L’attenuazione della misura è stata concessa oggi dalla gip del tribunale di Lecce, Giulia Proto. L’arsenale posto sotto sequestro dagli agenti della Squadra mobile di Bari era composto da più di 200 pezzi tra fucili mitragliatori, fucili a pompa, mitragliette comunemente usate dalla criminalità organizzata in agguati armati (tra gli altri, 2 kalashnikov, 2 fucili d’assalto AR15, 6 mitragliatrici pesanti Beretta MG 42, 10 Mab, 3 mitragliette Uzi), armi antiche e storiche, pistole di vario tipo e marca, esplosivi, bombe a mano e una mina anticarro, oltre a circa 100mila munizioni di vario calibro.

L’ex gip venne arrestato in precedenza, il 24 aprile, nell’inchiesta per corruzione in atti giudiziari, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Lecce, per la quale è in corso l’udienza preliminare.

Promo