Acciaierie d’Italia comunica: “Abbiamo chiesto la cassa integrazione per 3500 dipendenti dal 27 dicembre e per tre mesi”

272

“La società, presso il sito di Taranto, si vede costretta a chiedere la proroga della sospensione e/o riduzione delle attività lavorative, con decorrenza a far data dal 27 dicembre 2021 e per le successive 13 settimane, per il cui effetto richiede l’intervento della Cassa integrazione ordinaria e delle relative provvidenze con punta massima di circa 3.500 dipendenti media settimanale, distinti fra quadri, impiegati e operai”. Così Acciaierie d’Italia oggi, in una nota a firma di Arturo Ferrucci, inviata alle organizzazioni sindacali tarantine per il sito ex Ilva.

Stando a quanto scritto nella nota, la convocazione dei sindacalisti è stata fissata al 6 dicembre per l’esame congiunto.

Promo