Consiglio regionale della Puglia, il Tar accoglie i ricorsi dei candidati di centrodestra Scalera e De Palma

168 Visite

Il Tar Puglia ha accolto il ricorso presentato da due candidati del centrodestra non eletti alle ultime regionali, il 20 e 21 settembre 2020. Si tratta di Antonio Paolo Scalera per La Puglia Domani e Vito De Palma per Forza Italia.

Per effetto dell’accoglimento dei ricorsi, i due entrano in Consiglio regionale al posto di Mario Pendinelli dei Popolari con Emiliano e di Peppino Longo della lista Con Emiliano. “Siamo contenti che, finalmente, la pagina di incertezza post elettorale si sia conclusa e che la volontà dei cittadini-elettori trovi corrispondenza esatta nella composizione del Consiglio”, hanno scritto in una nota diffusa in serata i consiglieri regionali del gruppo di Forza Italia, Stefano Lacatena, Giandiego Gatta e Paride Mazzotta.

Sulla sentenza del Tar si registra anche il commento del consigliere regionale Francesco Leoci della lista Con Emiliano: “La sentenza di quest’oggi conferma il risultato elettorale che mi ha visto primo degli eletti per la provincia di Brindisi nella lista Con Emiliano alle elezioni regionali del 20 e 21 settembre 2020, ritenendo improcedibile il ricorso nei miei confronti. Un risultato di cui ero certo e che è stato messo in discussione dal candidato Tommaso Gioia, primo dei non eletti nella circoscrizione di Brindisi”.

Il Tar nel dispositivo, le cui motivazioni saranno depositate nei prossimi giorni, non si esprime invece sull’altra questione posta all’attenzione dei giudici, cioe’ la diversa distribuzione dei seggi tra le liste e le circoscrizioni, che avrebbe fatto perdere al partito dei Popolari con Emiliano un ulteriore seggio assegnato alla provincia Bat, quello di Francesco La Notte, a favore del Partito democratico, con il primo dei non eletti della circoscrizione di Brindisi, Carmelo Grassi.

Promo