“Le nostre imperfezioni”, Luca Trapanese invita ad accettarsi per essere felici

152

Luca Trapanese è il padre della piccola Alba.
Il primo e unico caso in Italia di un uomo gay e single, ad aver adottato nel 2018 una bimba con la sindrome di Down.

Impegnato dall’età di quattordici anni con il volontariato, Luca neo assessore alle politiche sociali del Comune di Napoli, collabora con diversi enti benefici dedicando la propria esistenza al servizio degli altri.

La sua storia e quella di sua figlia Alba è sempre più spesso raccontata nei vari salotti televisivi, come modello di un evoluto concetto di amore e di famiglia, a cui poter fare riferimento.

Dopo il successo del primo libro “Nata per te” edito da Einaudi Stile Libero, pubblicato nel 2018, e l’anno seguente “Vi stupiremo con difetti speciali” edito da Giunti, Luca torna in libreria con “Le nostre imperfezioni” (Salani).

Il romanzo dedicato alla malattia e alla disabilità, è un elogio alla vita imperfetta, che si contrappone ai modelli sociali che ci impongono il raggiungimento della perfezione.

“Ogni giorno rincorriamo la perfezione in ogni contesto. Dall’aspetto fisico a quello mentale. La cerchiamo al lavoro, in famiglia.. ma poi siamo insoddisfatti perché non la raggiungiamo. I social ad esempio hanno creato una comunità di persone frustrate e insoddisfatte, violente, sempre più tese alla realizzazione di obiettivi irraggiungibili. La verità è che la perfezione non esiste. Dobbiamo raggiungere felicità imparando ad accettare le nostre imperfezioni”.

Il romanzo pregno di esperienze biografiche ad iniziare dal cammino di Santiago, all’esperienza in Seminario, ai viaggi in Africa, si propone di lanciare un messaggio di amore e di speranza.

Nelle prossime settimane Luca sarà impegnato con la presentazione del suo libro in molte città Italiane.

Per informazioni sulle date e località è possibile seguire Luca sui suoi canali social ufficiali.

Promo