Mara Carfagna: “Abbiamo trovato l’intesa per l’investimento di Ferretti, a Taranto si potrebbero creare centinaia di posti di lavoro”

304 Visite

“Sono soddisfatta per l’intesa raggiunta al tavolo per il Contratto istituzionale di sviluppo per Taranto. Ha prevalso il pragmatismo e la voglia di non sprecare neppure un centesimo dei fondi disponibili”. Lo ha detto il ministro per il Sud e la coesione territoriale, Mara Carfagna, al termine della riunione con tutti gli attori istituzionali del Cis Taranto. “Apriamo le porte -ha spiegato- ai cantieri navali Ferretti e riprogrammiamo il finanziamento del cosiddetto Acquario, che in realtà è stato trasformato dagli stessi proponenti in un centro multimediale dedicato alla cultura del mare e che sarà oggetto di una nuova progettazione finanziata con un milione e mezzo di euro”.

La riprogrammazione dei 42,8 milioni di euro impegnati per l’ex-Acquario “consentirà di finanziare i progetti di riqualificazione dell’area ex-Torpediniere, gli interventi alla ex-Cemerad, i progetti per la musealizzazione dell’Arsenale, diversi interventi nei comuni del tarantino, la ‘Cintura Verde’ di Taranto e ovviamente la bonifica nell’area Ex-Yard Belleli-Ferretti, che segnerà il ritorno in città della grande nautica con un cantiere per yacht di lusso di rilevanza mondiale e centinaia di nuovi posti di lavoro”, ha spiegato il ministro.

“Le decisioni che abbiamo assunto oggi avranno ricadute occupazionali, infrastrutturali e ambientali importanti e in tempi certi. Abbiamo compiuto, inoltre, una operazione di trasparenza verso i cittadini di Taranto: ora è chiaro a tutti cosa si finanzia e con quali obiettivi”, ha concluso Carfagna ringraziando i presenti.

Promo