Migranti lavoratori nei campi intossicati nel foggiano da diossido di carbonio

189

“Stanotte sei braccianti dell’insediamento di Torre Antonacci, di cui tre trasferiti presso gli ospedali Riuniti di Foggia, sono stati intossicati dal diossido di carbonio mentre tentavano di riscaldarsi dal freddo gelido”. Lo scrive sul proprio profilo Instagram il sindacalista Aboubakar Soumahoro della Lega Braccianti, pubblicando anche un video del modulo prefabbricato in cui vivono i migranti.

Nel video Soumahoro si rivolge al premier Mario Draghi sottolineando le condizioni di vita precarie dei migranti e ricordando che quello che arriva sulle tavole degli italiani è raccolto dalle loro mani. “Abbiamo sollecitato -spiega il sindacalista- l’intervento dei sanitari oltre alle forze dell’ordine che li hanno trasportati presso l’ospedale per essere rianimati”.

“Dinnanzi a questo ennesimo dramma -conclude- la Lega Braccianti chiede alla politica comunale e regionale nazionale dove sia”.

Promo