Assenteismo, archiviata indagine su dipendenti del Comune di Alberobello

371 Visite

Il gip del Tribunale di Bari Francesco Mattiace ha disposto l’archiviazione del procedimento a carico di 12 dipendenti comunali di Alberobello, nel Barese, accusati di truffa aggravata e falso con riferimento a presunti episodi di assenteismo, risalenti al periodo tra marzo e luglio 2016. I dipendenti comunali erano accusati di essersi assentati dal posto di lavoro senza giustificazione o di aver fatto timbrare il cartellino che ne attestava la presenza ad altri colleghi, pur non essendo in ufficio.

Le indagini, partite da una denuncia del sindaco e coordinate dal pm Federico Perrone Capano, hanno poi accertato -come documentato dai difensori degli indagati, tra i quali gli avvocati Angelo Loizzi e Viviano Giuliani- che molte delle mansioni affidate agli impiegati ritenuti assenteisti prevedevano in realtà missioni fuori dall’ufficio e che le poche assenze ingiustificate ammontavano in effetti a poche ore nell’arco di diversi mesi. Nel caso di un dipendente si tratta in totale di 50 minuti in 60 giorni, per altri di 2 o 3 ore fino al massimo di 10 ore di allontanamento ingiustificato di un dipendente in due mesi.

Lo stesso pm ha quindi ritenuto che “il danno ipotizzabile non è tale da giustificare una sanzione penale”. Inoltre spesso questi dipendenti si trattenevano ben oltre l’orario di lavoro, senza alcun riconoscimento di straordinario. Per queste ragioni la Procura ha chiesto l’archiviazione e il gip ha accolto la richiesta.

Promo