Turismo, nuova partnership tra MarTa e Grotte di Castellana

[epvc_views]

Valorizzare il patrimonio culturale, ambientale e turistico, ma allo stesso tempo attivare una rete territoriale che punti allo scambio di valori, conoscenza e anche attrattività. È con questi obiettivi che nasce la partnership strategica tra il Museo Archeologico Nazionale di Taranto – MArTA e le Grotte di Castellana (Ba), basata su un esperimento di digital value sharing il cui avvio si è concretizzato in occasione dell’evento “Valorizzare il patrimonio culturale: la sfida di coniugare sostenibilità, innovazione e territorialità”, appuntamento patrocinato dall’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” e del Politecnico di Bari, che si è svolto ieri nella caverna della Grave delle Grotte di Castellana.

L’innovativo esperimento che coinvolge due fra i principali attrattori turistici della Regione Puglia, mette in correlazione MArTA e Grotte di Castellana attraverso l’innovazione. Da una parte una riproduzione in 3D del volto simbolo del MArTA (una statua fittile funeraria con diadema), realizzata con il contributo di MArTA Lab e del maestro d’arte Domenico Galluzzi, rappresenterà la vetrina del Museo Archeologico Nazionale di Taranto all’interno delle Grotte di Castellana.

Dall’altra un tour virtuale della splendente Grotta Bianca, frutto della scansione 3D del sito carsico realizzata dalla società Digitarca, sarà fruibile nel MArTA e consentirà ai turisti di ammirare una delle caverne simbolo del sito carsico castellanese anche a Taranto. Nei rispettivi corner dedicati, quindi, i visitatori potranno subire il fascino dei due attrattori turistici e allo stesso tempo acquistare il ticket d’ingresso dell’ente partner.

Promo